[LA PAROLA DEL GIORNO] XV settimana del Tempo Ordinario - Martedì (II) 2

Quando infuria il vento, non è facile, anzi impossibile, restare immobili e tranquilli. Di certo, nemmeno Dio pretende questo da noi, quando ci invita a convertire il cuore alla fiducia e alla speranza. Eppure, proprio in mezzo alle più grandi tempeste, è possibile trovare in fondo al nostro cuore, la roccia dove si sperimenta una serenità tanto fragile quanto imperturbabile. Essere creature credenti non significa mostrarci imperturbabili, ma continuare ad avere fiducia e affinare la nostra sensibilità al reale e ai suoi appelli. Senza ripiegarci su noi stessi, ma restando serenamente elastici. Pronti a tornare nella nostra posizione quando il vento sarà cessato.


LA PAROLA DI OGNI GIORNO
Quotidianamente un’immagine e un breve commento alla Parola da parte di fra Roberto Pasolini