[LA PAROLA DEL GIORNO] XX settimana del Tempo Ordinario – sabato (II) 2

Il desiderio di Dio, dopo averci creato, è quello di abitare in mezzo a noi. Non gli è bastato farci sue creature, ma ha voluto renderci suoi figli. Ciò, tuttavia, non è possibile finché la sua paternità universale non si radica nella terra della storia e in fondo ai nostri cuori. Infatti, come ricorda il vangelo di oggi, è sempre molto forte il rischio di fare da padroni sulla vita degli altri, quando disponiamo di qualche forma di potere o di influenza, oppure dipendere troppo dalla vita di qualcun altro, anziché affrontare la fatica di accettare e valorizzare la nostra unicità. È molto liberante, nonché esigente, ricordarci che non abbiamo né il dovere, né il diritto di chiamare “padre” troppo a lungo qualcuno di noi sulla terra. Siamo figli di un solo Dio, il Padre. Siamo tutti fratelli e sorelle.


LA PAROLA DI OGNI GIORNO
Quotidianamente un’immagine e un breve commento alla Parola da parte di fra Roberto Pasolini