[LA PAROLA DEL GIORNO] XX settimana del Tempo Ordinario - venerdì (II) 2

Anche la nostra vita rischia di diventare spesso come quella pianura di cui parla il profeta Ezechiele, piena di ossa tutte inaridite. Anche noi rischiamo, come i farisei, di parlare con il Signore allo scopo di farlo scivolare nei nostri sepolcri, anziché farci rianimare dal suo spirito. La risposta con cui Gesù ricorda qual’è l’unico comandamento che sta a cuore a Dio – amerai – diventa la strada da percorrere per lasciarci condurre fuori dalle nostre dinamiche di morte e di tristezza. Nella misura in cui accettiamo di non separare l’attenzione a Dio e l’interesse verso il prossimo le nostre ossa si radunano e si rivestono di viva umanità. E noi diventiamo capaci di alzarci in piedi. Torniamo finalmente a vivere.


LA PAROLA DI OGNI GIORNO
Quotidianamente un’immagine e un breve commento alla Parola da parte di fra Roberto Pasolini