[LA PAROLA DEL GIORNO] XX settimana del Tempo Ordinario - mercoledì (II) 2

Dio non ha paura di suscitare conflitti, quando sono necessari alla conversione della vita verso il suo meglio. Ezechiele parla contro i pastori di Israele, accusati di farsi i fatti propri e di non andare in cerca delle pecore smarrite e ferite. Nella parabola di Gesù, viceversa, sono gli operai della prima ora a parlare contro il padrone che ricompensa quelli dell’ultima ora con lo stesso salario. I due conflitti fanno emergere quale tenebra ci impedisce di prenderci cura degli altri o, perlomeno, di gioire per la loro sorte felice. È il cuore egoista e l’occhio invidioso la parte di noi bisognosa di guarigione. Quell’indolenza esistenziale che ci impedisce di uscire per andare a cercare a chi poter donare un po’ di noi stessi. Non in vista di una ricompensa, ma per la sola gioia di poterlo fare.


LA PAROLA DI OGNI GIORNO
Quotidianamente un’immagine e un breve commento alla Parola da parte di fra Roberto Pasolini