[LA PAROLA DEL GIORNO] XXII settimana del Tempo Ordinario – giovedì (II) 2

Dopo una notte di pesca infruttuosa, i discepoli sono un po’ disillusi. Hanno accostato le barche alla riva e stanno lavando le reti, vuote. Gesù vede la situazione e decide di rivelare che con lui sulla nostra barca, anche la notte più desolata può trasformarsi in un giorno pieno di sole. I pescatori desolati riprendono il largo – questa volta sulla parola di Gesù – e tutto cambia: le reti si riempiono ed essi iniziano a diventare pescatori di uomini. Nessuno si può illudere, dice san Paolo: finché pensiamo di poterci vantare di qualcosa che siamo o abbiamo, una delusione sta dietro l’angolo ad attenderci. Il nostro unico vanto è appartenere a Cristo, colui che ci ha acquistato con il suo sangue. Conoscere la realtà attraverso la sua sapienza – folle come l’amore – è l’unica speranza che non delude. Perché in lui, tutto ci appartiene: il mondo, la vita, la morte, il presente e il futuro.


LA PAROLA DI OGNI GIORNO
Quotidianamente un’immagine e un breve commento alla Parola da parte di fra Roberto Pasolini